La festa di Sant’Agata

1 Feb

posted by

Categories: News & events

Comments: 0
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Tre giorni di culto, devozione, folklore e tradizioni che non hanno riscontro nel mondo. Soltanto la Settimana Santa di Siviglia in Spagna e la festa del Corpus Domini a Guzco in Perù possono paragonarsi, quanto a popolarità, ai festeggiamenti agatini, da cinque secoli. Catania, rinata molte volte da devastanti terremoti ed eruzioni dell’Etna, ha tributato alla Patrona chiese e monumenti tra i più belli e prestigiosi.

Catania_Festa_S.Agata

Nata da una famiglia patrizia catanese, la bella e religiosa Agata attrasse le attenzione del proconsole romano Quintianus, che la desiderava prendere come moglie. Lei rifiutò e difese il suo onore e la sua fede dalla corte sfrenata del proconsole che si trasformò in una persecuzione religiosa. Dopo essere stata torturata con carboni ardenti e amputata al seno, Sant’Agata morì il 5 febbraio del 251. I giorni più importanti della festa sono il 3, 4 e 5 febbraio, quando il busto argenteo e le reliquie di Sant’Agata vengono portati in processione per la città di Catania.

Catania_Festa_S.AgataOgni anno tantissimi devoti, pellegrini ma anche turisti assistono alla festa di Sant’Agata. Per capire l’importanza di questo evento religioso e tradizionale siciliano, basta pensare che annualmente vi prendono parte circa un milione di persone e che, nel 2008, l’Unesco ha dichiarato la festa patrimonio antropologico dell’umanità.

La festa è sentitissima dalla popolazione. Sant’Agata è infatti nata a Catania e lì venne martirizzata. La processione ripercorre anche i luoghi tradizionali legati alla leggenda del suo martirio. Nel medioevo le reliquie della Santa vennero trafugate a Costantinopoli ma ritornarono in città nel 1126 con grande gioia della popolazione.

festa_sant'_agata_cataniaPer tutte le informazioni sul programma della festa consultate il sito.

Il B&B Catania Globetrotter si trova accanto a tutte le principali location della festa di Sant’Agata durante i 3 giorni e in particolare la mattina del 6 febbraio, prima che il fercolo ritorni in Cattedrale, il cordone dei fedeli sfiniti giunge sino all’entrata del bed and breakfast con la possibilità di avvicinarsi a Sant’Agata senza fare fila o essere stritolati dalla folla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact us